La Cir si è costituita come cooperativa sociale nel 1984, a Roma, per iniziativa di un gruppo di operatori del settore sanitario, medici ed infermieri professionali, provenienti da esperienze ospedaliere ma con vocazione all’assistenza territoriale.

Molti dei soci fondatori operano ancora in cooperativa.

La cooperativa ha avviato i primi servizi di assistenza domiciliare nel 1989, in rapporto alla emanazione della L.R. n°80 del 1988, costituendo il primo nucleo per le dimissioni protette presso l’Ospedale S.Giovanni di Roma, ex USSL Roma 5.

A tale servizio si sono poi aggiunti gli affidamenti presso le ASL Roma C, Roma E, Aprilia e Roma A, che hanno portato alla definitiva affermazione del modello proposto da CIR per tali servizi.

Dalla prima sede di Via di San Vito 17 la CIR si è quindi espansa sull’intero territorio cittadino, aprendo diverse altre sedi ed attivando, con l’avvio dell’accreditamento dei servizi sociali da parte del Comune di Roma, una sezione dedicata all’assistenza sociale, sia domiciliare (servizi SAISA-anziani, SAISH-disabili, SiSMIF-minori) che semi-residenziale, attivando i primi Centri Diurni Anziani Fragili (CeDAF) della città.

La CIR è stata la prima organizzazione nel Lazio ad attivare i servizi di Dimissioni protette socio-sanitarie (Municipi Roma XI e Roma XII e rispettivi Distretti della ASL Roma C), i servizi N.A.D. (Nutrizione Artificiale Domiciliare) in collaborazione con l’Ospedale S. Eugenio di Roma e le attività di Ospedalizzazione a domicilio di pazienti in ventilazione assistita.

La CIR inoltre, sempre attenta all’utilizzo delle moderne tecnologie, è stata la prima a dotare tutti i suoi operatori domiciliari di telefono cellulare aziendale (1998), e successivamente di terminale palmare che, unito al sistema di rilevazione attività WinCAD e SIPADIweb, appositamente realizzato da Unisan su specifiche della cooperativa, consente il monitoraggio delle prestazioni in tempo reale.

L’esperienza della cooperativa si è poi arricchita di molte altre attività, sia nel settore dell’assistenza al disagio mentale (SRSR Casa d’oro, SRSR Calamatta, CodiCo Casagrande, CodiCo Mazzacurati, CodiCo Via Baccina) che agli anziani (Residenza Via del Porcellana, ASL 1 Firenze, Centro diurno Alzheimer Tre Fontane).

Parallelamente sono cresciuti gli operatori soci impegnati nelle attività, con significativa presenza, a tutti i livelli dell’organizzazione, di donne e giovani, e del fatturato complessivo della Cooperativa, che risulta oggi tra le più importanti realtà del settore socio-sanitario del Lazio, con oltre 400 operatori professionali.